Quiz patente online » Teoria Patente » Segnali di Pericolo

Segnali di Pericolo

Adesso che avete ben compreso l'argomento definizioni generali e doveri nell'uso della strada possiamo passare alla spiegazione dei Segnali di Pericolo. Innanzitutto occorre specificare che è possibile riconoscere il tipo di segnale che avete di fronte (pericolo, divieto, obbligo ecc.) semplicemente osservandone la forma e il colore. E questo è un grande aiuto!

Immaginate se ognuno dei cartelli stradali avesse una forma e un colore diverso dagli altri. Sarebbe stato difficilissimo, se non impossibile, ricordarseli tutti! Non credete? Nel caso del segnale di pericolo è molto facile riconoscerlo. Si tratta infatti di un segnale a forma triangolare con uno dei vertici verso l'alto, a sfondo bianco o giallo e con il bordo rosso, come quelli mostrati nella foto in basso.

Segnale di pericolo sfondo bianco e giallo

A questo punto vi starete chiedendo: ma che differenza passa tra i due segnali rappresentati nella foto in alto? La risposta è semplicissima ed è valida per tutti i segnali. Mentre il primo segnale di pericolo, quello a sfondo bianco, è un segnale definitivo (ossia sempre valido), quello a sfondo giallo è un segnale di carattere temporaneo ed è collocato presso un cantiere stradale.

Chiarito ciò, prima di passare all'analisi di ogni singolo segnale di pericolo, è bene che sappiate che generalmente il segnale di pericolo è posto a circa 150 metri dal pericolo segnalato. Sempre che sotto non sia apposto il pannello integrativo di distanza, che appunto indica la distanza dal pannello al pericolo segnalato. E' importante però non confondere il pannello di distanza con quello di estesa.

Segnale pericolo pannello integrativo di distanza estesa

Se infatti il primo indica la distanza dal pannello al pericolo segnalato, il secondo, quello di estesa, indica la lunghezza del tratto stradale pericoloso (come visibile nella figura in alto). I due pannelli sono molto simili tra loro ma non è difficile distinguerli. Quest'ultimo infatti, ossia quello di estesa, a differenza del pannello di distanza presenta ai lati due frecce rivolte verso l'altro.

Segnali di: Strada deformata, Dosso  e Cunetta

Segnale strada deformata dosso e cunetta

Iniziamo la nostra analisi partendo da questi 3 segnali, quelli di strada deformata, dosso e cunetta, in quanto visivamente molto simili tra loro (come potete vedere dalla foto in alto). Ma vediamo insieme quali sono le differenze. Il primo segnale, ossia quello di strada deformata, preannuncia una strada in cattivo stato, deformata oppure dissestata, ossia con pavimentazione (o fondo) irregolare.

In queste condizioni il pericolo maggiore consiste nello sbandamento sia del veicolo che si sta guidando che quello dei veicoli che provengono dal senso opposto. Occorre pertanto prestare maggiore attenzione alla guida tenendo saldamente il volante e moderando la velocità, soprattutto se si traina un rimorchio. Moderare la velocità è necessario anche per evitare eccessive sollecitazioni e danni alle sospensioni, viste le particolari condizioni del fondo stradale.

Prima di parlare del secondo segnale, quello di pericolo dosso, è fondamentale capire bene che cosa si intende per dosso (visibile nella foto in basso). I dossi stradali possono essere sia artificiali, utilizzati per rallentare la velocità dei veicoli nei centri abitati, che naturali. Se un veicolo prova infatti a superare un dosso a una velocità superiore a quella consentita in quel tratto stradale subirà degli scossoni.

Dossi   artificiali

Ma vediamo insieme cosa fare se si avvista il segnale di dosso. Innanzitutto bisogna considerare che siamo in prossimità di un tratto di strada pericoloso, in quanto la variazione di pendenza della strada, che consiste in una salita seguita da una discesa, ne limita la visibilità.

Quindi la prima cosa da fare è: moderare la velocità! Vista la scarsa visibilità ricordate che, oltre a ridurre la velocità, sul dosso sono vietati: il sorpasso sul tratto in salita, l'inversione di marcia, la sosta, la fermata e la retromarcia. Il sorpasso può essete effettuato sul tratto in salita solo se vi trovate su una strada a senso unico oppure su una strada a doppio senso di circolazione con almeno due corsie per senso di marcia.

Se dunque vi trovate su una strada a doppio senso di circolazione con solo due corsie (ossia una corsia per senso di marcia) dovete diminuire la velocità del veicolo e spostarvi il più possibile vicino al margine destro, ricordandovi che il sorpasso è vietato sul tratto in salita del dosso, a causa della scarsa visibilità.

Passiamo dunque al segnale di cunetta. Ma anche in questo caso prima di parlare del segnale è bene che capiate prima cos'è una cunetta. La cunetta è, molto semplicemente, un avvallamento della strada, ossia un tratto di strada in discesa seguito da uno in salita. Vista la particolare conformazione questo tratto di strada potrebbe allagarsi in caso di forti piogge.

Ma vediamo i comportamenti da adottare se vi trovate in presenza del segnale di cunetta. Come abbiamo già detto questo tratto di strada potrebbe allagarsi in caso di forti piogge quindi è necessario prevedere la possibilità di accumulo di acqua, di fango e detriti nella cunetta. Ricordate infine che in prossimità di una cunetta è necessario moderare la velocità e tenere il volante con presa più sicura per mantenere il controllo del veicolo e per evitare danni alle sospensioni.

Curva pericolosa a Destra e a Sinistra, Doppia curva pericolosa, la prima a Destra e la prima a Sinistra

Doppia curva pericolosa la prima a destra sinistra

Passiamo dunque ai segnali di curva pericolosa a destra, curva pericolosa a sinistra, doppia curva pericolosa, la prima a destra, e doppia curva pericolosa, la prima a sinistra, visibili nella foto in alto. Questi 4 segnali sono posti prima di un tratto di strada pericoloso a causa della ridotta visibilità quindi è necessario moderare la velocità per potersi arrestare in caso di un ostacolo improvviso.

Questi segnali possono essere integrati con il pannello riportante la scritta TORNANTE. Un tornante è molto semplicemente una curva prossima alla semicirconferenza, ossia con un angolo di curvatura prossimo ai 180°(simile ad un'inversione a U, per intenderci). Questo tipo di curva è molto frequente in montagna, quindi fate attenzione!

Ma vediamo nel dettaglio i comportamenti da adottare nel caso avvistiate uno di questi segnali. Innanzitutto se il segnale è posto su una strada a doppio senso di circolazione e con due sole corsie, è necessario circolare il più possibile vicino al margine destro regolando la velocità in relazione alla visibilità e al raggio della curva.

Se poi la strada è bagnata, oppure state circolando con il ruotino (ossia la ruota di soccorso), è necessario percorrere la curva con più attenzione e procedere ad andatura particolarmente moderata. Viste le particolari condizioni il sorpasso, la sosta, l'inversione di marcia e la retromarcia sono vietati. Il sorpasso è ammesso solo se la curva si trova su una strada a senso unico oppure a doppio senso con 4 corsie (2 per senso di marcia).

Passaggio a livello con barriere o semibarriere e Passaggio a livello senza barriere

Segnale passaggio a livello con barriere o semibarriere e senza

Il primo segnale che vedete nella foto in alto preannuncia un attraversamento ferroviario protetto da barriere o semibarriere, qualunque sia il numero dei binari, e si trova di norma a 150 metri prima del passaggio a livello. Dopo questo segnale è possibile trovare un dispositivo acustico che avverte della chiusura delle barriere o delle semibarriere. Se ci sono le barriere, è installato anche un dispositivo a luce rossa fissa, mentre se ci sono le semibarriere, è installato un dispositivo a luci rosse lampeggianti.

Quindi in sostanza cosa bisogna fare in presenza del segnale raffigurato? Innanzitutto è necessario moderare la velocità per essere pronti ad arrestarsi se le barriere sono chiuse. Nel caso siano in funzione le due luci rosse lampeggianti oppure il dispositivo acustico che avverte della chiusura delle barriere è necessario arrestarsi.

Per ovvi motivi di sicurezza, nel caso il traffico intenso impedisce di sgomberare il passaggio a livello non è consentito impegnarlo. E se il veicolo dovesse fermarsi per avaria sui binari? Il conducente deve adottare ogni iniziativa utile al fine di evitare incidenti.

Il secondo segnale che vedete nella foto in alto invece preannuncia un attraversamento ferroviario a livello senza barriere ed è posto, di norma, a 150 metri dai binari, integrato dal relativo pannello distanziometrico a tre barre rosse. Dopo questo segnale e prima dei binari è installato il segnale CROCE DI S. ANDREA, se la linea ferroviaria ha un solo binario, oppure il segnale DOPPIA CROCE DI S. ANDREA, se ha più di un binario.

Ma vediamo quali sono i comportamenti da adottare nel caso vi trovate presso un passaggio a livello senza barriere. Innanzitutto è necessario usare la massima prudenza, rallentando, in relazione alla visibilità della linea ferroviaria, per potere, eventualmente, arrestare il veicolo prima dell'attraversamento ferroviario.

E', infatti, obbligatorio fermarsi se ci sono due luci rosse lampeggianti accese, il dispositivo acustico in funzione oppure i cavalletti a strisce bianche e rosse. Infine, prima di attraversare, è necessario assicurarsi che non ci siano treni in arrivo sia da destra che da sinistra.

Croce di Sant'Andrea e Doppia croce di Sant'Andrea

Doppia croce di sant'andrea

Il primo segnale visibile nella foto in alto, ossia la CROCE DI SANT'ANDREA, è posto nelle immediate vicinanze di un attraversamento ferroviario senza barriere e indica che la sede ferroviaria ha un solo binario.

Questo segnale è localizzato sulla strada dopo il segnale PASSAGGIO A LIVELLO SENZA BARRIERE, nelle immediate vicinanze del binario, e può essere disposto sia in senso orizzontale che in senso verticale. Subito sotto la Croce si Sant'Andrea vi sono due luci rosse che lampeggiano alternativamente quando sta per sopraggiungere un treno.

Anche il secondo segnale visibile in foto, ossia la DOPPIA CROCE DI SANT'ANDREA, è posto nelle immediate vicinanze di un attraversamento ferroviario a livello senza barriere ma, a differenza del primo, indica che la linea ferroviaria ha più di un binario.

Questo segnale impone di arrestarsi entro la striscia di arresto, se è in arrivo il treno, e invita a fare attenzione, prima di attraversare, perché potrebbe transitare più di un treno. In alcuni casi è abbinato al segnale di FERMARSI E DARE PRECEDENZA (ossia lo STOP) e si trova dopo il segnale passaggio a livello senza barriere e i pannelli distanziometrici a barre rosse, di cui stiamo per parlare.

Pannelli Distanziometrici

Pannelli distanziometrici

I pannelli distanziometrici (visibili nella foto in alto) sono posti prima di qualsiasi tipo di passaggio a livello, ossia prima di un passaggio a livello senza barriere, con barriere e con semibarriere, e servono ad indicare che ci si sta avvicinando al passaggio a livello.

Il pannello con tre barre oblique rosse è il primo dei pannelli che si incontra ed è posto, di norma, a 150 metri dall'attraversamento ferroviario, a 100 metri troviamo invece il pannello con due barre oblique rosse, e, infine, a 50 metri troviamo il pannello con una sola barra obliqua rossa. Nel caso di attraversamento ferroviario senza barriere, questi pannelli sono posti prima della CROCE DI SANT'ANDREA.

Conclusione

Segnali di pericolo

Siete dunque giunti alla fine della prima di tre lezioni sui Segnali di Pericolo. Abbiamo ritenuto utile, visti i tanti segnali, dividere l'argomento in tre parti, giusto per farvi prendere fiato prima di ripartire. Quindi a questo punto non vi resta che passare alla seconda lezione sui Segnali di Pericolo.

Pubblicato il 31/01/2016 07:00:39 - Inserisci un commento
Commenti
Paolo Branchi
Scritto il 22-02-2016 10:35:40

Molto utile

JASWINDER
Scritto il 19-06-2016 22:57:22

wonderfull

Roberto Sanfilippo
Scritto il 16-07-2016 17:09:33

si mi piace !!!

Roberto Sanfilippo
Scritto il 16-07-2016 17:12:08

E" molto chiaro e comprensivo

Galyna
Scritto il 01-08-2016 02:26:46

Piace

Elvira
Scritto il 07-09-2016 01:40:28

Vi ringrazio tanto! Siete molto bravi! Non riesco a fermarmi a leggere... Mi piace!

ali azgar
Scritto il 19-10-2016 19:58:37

va bene per me

milonkazi
Scritto il 23-10-2016 20:47:36

buona sera sono molto lieto di utilizzare il vostro sito. mi aiuta moltissimo. La ringrazio di avere questo sito.

Qpo
Scritto il 26-10-2016 13:40:43

Felici di esservi di aiuto : ) vi ringraziamo tutti di cuore per le belle parole!

ahmad
Scritto il 08-11-2016 01:31:45

mi piace

Denise
Scritto il 16-11-2016 15:11:01

Molto semplice da capire

Adele
Scritto il 16-11-2016 20:38:43

Il miglior sito in assoluto! bravi!!

Alexandra
Scritto il 12-12-2016 22:50:08

Bello :) ma poteva essere più sintetico in modo da andare direttamente al punto, io mi perdo molte volte tra il giro di parole ...

Samantha
Scritto il 03-02-2017 11:19:14

Salve! ho iniziato a studiare sul vostro sito poiché ho comprato un libro molto complesso e poco esplicito...mi stavo chiedendo se i concetti che esprimete qui bastano per superare l'esame di teoria perché sono davvero molto chiari e bene spiegati...ma mi chiedo se siano sufficiente...

Qpo
Scritto il 12-02-2017 15:37:35

Samantha ogni argomento è affrontato nel dettaglio proprio allo scopo di farvi superare l'esame brillantemente. Nel porgerle i nostri saluti la ringraziamo per le belle parole.

Eri
Scritto il 25-02-2017 01:44:01

Volevo ringraziarvi per il vostro meraviglioso lavoro. Volevo chiedere quando potete caricare gli argomenti mancanti? Ho l'esame ad aprile e se voi caricate al più presto la parte mancante sono sicura che lo supererò alla grande.

lucrezia
Scritto il 13-06-2017 15:39:16

molto semplice e' utile

Lidia
Scritto il 15-06-2017 17:17:23

Bravi, penso di superare l'esame, vi ringrazio tanto...

alina
Scritto il 11-07-2017 12:52:19

Bravi,vi ringrazio

Melanie
Scritto il 03-08-2017 13:53:19

Mi è stato di aiuto. Grazie!!

gianluigi
Scritto il 22-09-2017 11:16:41

bellissimo sito completo e comprensibile complimenti mi trovo bene e riesco a studiare benissimo

simran
Scritto il 22-10-2017 21:02:29

mi piace questo

petronela
Scritto il 25-10-2017 20:23:38

complimenti

Thomas
Scritto il 07-11-2017 14:24:32

Ottimo per me

Jonny
Scritto il 13-11-2017 18:24:38

Salve. È sempre un piacere leggere le vostre guide quindi innanzitutto grazie. Ho un dubbio. Il segnale di pericolo estesa indica la validità del segnale a partire dal punto in cui lo trovo oppure indica che a 150 m è presente un pericolo che si estende per x metri?

Qpo
Scritto il 18-11-2017 17:55:25

Jonny il segnale di pericolo integrato con il pannello estesa indica che a 150 metri è presente un pericolo che si estende per x metri, ossia la seconda delle due ipotesi. Grazie a lei per le belle parole!

moussa
Scritto il 18-11-2017 20:13:09

molto interessante

Lascia un Commento