Home » Blog » Esame Pratico Patente B: oltre alla guida anche un test

Esame Pratico Patente B: oltre alla guida anche un test

Esame Pratico Patente B: oltre alla guida anche un test

Se in passato svolgere l'esame pratico Patente B era una passeggiata, bastava fare un paio di manovre e guidare lungo qualche strada già conosciuta, dal 2013 le modalità di svolgimento dell'esame sono molto cambiate. Ma prima di inoltrarci nella spiegazione del nuovo iter vogliamo condividere con voi la necessità di questo post.

Molte sono le persone che in questi ultimi tempi ci hanno contattato chiedendoci se fosse normale che l'esaminatore, ancor prima di farle mettere alla guida, faceva delle domande di teoria. Nella maggior parte dei casi se l'esaminato non rispondeva correttamente alle domande veniva bocciato ancor prima di mettere in moto la macchina.

Alla domanda se tutto questo era normale noi, a nostro malincuore, non potevamo far altro che rispondere che, secondo l'attuale normativa, il comportamento dell'esaminatore di turno era del tutto normale. Ma noi non vogliamo che a voi capiti la stessa cosa ed è per questo che abbiamo deciso di chiarire come si svolgerà tutto l'esame. Non farsi cogliere impreparati è sempre il modo migliore per iniziare un test, non credete?

L'esame pratico della Patente B si svolge in 3 fasi:

Ma prima di passare ad analizzare ognuna delle 3 fasi è bene che sappiate che per poter passare alla seconda fase è necessario passare la prima fase. Allo stesso modo per passare alla terza fase è necessario passare la seconda. Quindi l'esame può concludersi in qualsiasi momento, senza limiti di tempo. Ossia può durare 2 minuti ma anche mezz'ora, tutto dipende dalla vostra capacità nel superare le diverse fasi.

La 1° fase, come abbiamo già detto, è dedicata a verificare che il conducente, in questo caso voi, sa prepararsi ad una guida sicura. Quindi la prima cosa che dovrete fare una volta saliti in auto è sistemare il sedile, regolare gli specchietti, allacciare le cinture e controllare che le porte del veicolo siano chiuse. A questo punto ha inizio la fase più spinosa, di cui abbiamo già parlato all'inizio del post, ossia l'esaminatore può fare alcune domande di teoria per verificare la conoscenza di alcuni elementi del veicolo.

La tensione a questo punto potrebbe essere altissima visto che allo stress della prova pratica si va ad aggiungere quello dei quiz teorici. Molti di voi potrebbero non accettare questa procedura ma purtroppo la normativa va rispettata se si vuole ottenere la tanto aspirata tessera rosa. Quindi l'unica cosa che potete fare è prepararvi nel modo migliore per non farvi cogliere impreparati.

Sapere quali possono essere le domande che l'esaminatore può farvi è già un buon inizio, non credete? E' bene sapere infatti che gli argomenti riguardano: le condizioni degli pneumatici, sterzo, freni, fari, catadriotti, i dispositivi di segnalazione acustica (ossia il clacson), gli indicatori di direzione (ossia le frecce) e i vari livelli di olio motore, del liquido di raffreddamento e del liquido lavavetri.

A questo punto le domande che dovete porvi sono: so vedere se gli pneumatici sono in buone condizioni o se sono da sostituire? Oppure, so dove si trova la spia del freno a mano inserito? O ancora, so come si vede il livello dell'olio motore? Insomma le domande che dovete porvi sono di questo tipo e sugli argomenti indicati sopra. Quindi, nel caso avete dubbi su qualcuno di questi argomenti il consiglio è di chiedere al vostro istruttore. Fatevi spiegare dove si trova il motore, dove sono le frecce, come si mettono le mani sullo sterzo, anche a costo di sembrare un po' troppo pignoli. Solo così acquisterete sicurezza.

Se l'istruttore riterrà superata questa fase potrete passare alla fase 2, ossia a verificare che siete capaci di eseguire le manovre in modo corretto. Le manovre che vi verranno richieste sono:

Guida nel traffico

Se tutto è andato bene potrete passare alla fase 3, ossia alla guida nel traffico. Le cose che generalmente vi verranno richieste sono:

Queste dunque sono tutte le cose che l'esaminatore vi chiederà di fare, per sapere invece quali sono le cose assolutamente da non fare durante l'esame di guida vi consigliamo di leggere Gli errori da non fare all'esame pratico. A questo punto non ci resta che augurarvi un buon allenamento. Ripercorrete almeno un paio di volte tutta la procedura con il vostro istruttore di scuola guida e vedrete che l'esame andrà liscio come l'olio!

Autore: Mariateresa Mastropietro - Aggiornato il 23-02-2024 21:26:55 - Inserisci un commento
Acquista Teoria Patente pdf

Commenti

sonia cassarà
Inserito il 14-02-2017 10:12:00

Un incubo prendere la patente. All'esame di teoria un solo errore. La pratica non mi mette ansia nella guida, ma perché scivola la frizione, non abbastanza da farla spegnere, solo perché anche col sedile vicino più alto etc, non arrivo comoda alla frizione :( Il 25 ho l'esame, speriamo bene.

Cinzia Rocca
Inserito il 26-01-2017 08:45:20

Ansia.. Io sono d'esame a giorni.

Beatrice
Inserito il 15-12-2016 21:44:32

Un incubo!

pippo
Inserito il 18-11-2016 17:04:54

Più che un lusso sta diventando peggio di un esame di maturità.

Camilla
Inserito il 29-10-2016 01:18:46

Basta stare attenti e vedrai che tutti ce la fanno, devi ricordare quello che hai esercitato con il maestro di guida.

Paolo Branchi
Inserito il 01-06-2016 14:20:32

Ormai prendere la patente è diventato un lusso.

Primo Indietro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Tutti i campi sono obbligatori

Per procedere con l'inserimento del commento devi accettare le Condizioni d'uso e confermi di aver letto la Normativa sulla privacy.

X

Accedi

Recupera password - Non sei iscritto?